L’istruzione delle ragazze cambierà il mondo!

Tabella dei contenuti

Nadine ha 6 anni e da grande vuole fare la dottoressa. Helene ha 7 anni ed ha già le idee in chiaro: vuole diventare un ingegnere. D’altra parte, sua sorella Wefa sogna di diventare un’insegnante. Solange, 5 anni non è ancora sicura, ci sono giorni in cui vuole fare l’avvocato e altri in cui dice che sarà la prima astronauta a mettere piede su Marte.

Tuttavia, nessuna di loro avrà via facile per realizzare i propri sogni. Ecco perché la Giornata internazionale delle Bambine è così importante nel nostro calendario, ma anche per i nostri sforzi per migliorare la loro situazione in tutto il mondo.

 

Girls - smile - Moneytrans Blog

 

Il presente delle bambine

Qualche anno fa è stato l’ex segretario delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon a chiarire che ciò che tutti i bambini del mondo hanno in comune, sono i loro diritti: “Ogni bambino ha diritto alla sopravvivenza, allo sviluppo, all’istruzione, ad una vita libera dalla violenza e l’abuso, alla partecipazione e all’ascolto.

Nonostante i notevoli progressi compiuti negli ultimi due decenni, la situazione nei paesi a basso reddito in termini di istruzione femminile è scoraggiante: meno di due terzi delle bambine in questi luoghi termina le scuole elementari e solo una bambina su tre termina la scuola media. Ci sono circa 10 milioni di bambine in più nel mondo rispetto ai bambini che non vanno a scuola. La maggioranza, l’83%, è concentrata nell’Africa subsahariana, nell’Asia meridionale, nell’Asia orientale e nel Pacifico secondo i dati dell’UNICEF.

L’istruzione dovrebbe essere una parte essenziale della loro vita: in media, le donne che hanno un’istruzione secondaria hanno maggiori probabilità di lavorare e guadagnare quasi il doppio di quelle che non hanno un’istruzione.

 

The future of girlsIl futuro delle ragazze

Il loro futuro è condizionato fin dalla tenera età. Queste piccole ma coraggiose bambine devono abbattere numerose barriere fin dalla nascita esclusivamente a causa del loro status di donna. Gli ostacoli più comuni tra loro ed i loro sogni sono:

  • In alcune famiglie, l’educazione delle ragazze è vista come una perdita di reddito e tempo che potrebbe essere investito in compiti domestici come cucinare, pulire o prendersi cura dei fratelli. Così come altre attività che porterebbero benefici come la raccolta di cibo, acqua o carburante.
  • Molte famiglie a basso reddito danno la priorità al proseguimento dell’istruzione secondaria del figlio rispetto a quella delle loro figlie perché li considerano una maggiore garanzia di reddito quando crescono..
  • In termini economici, si crede erroneamente che far sposare una figlia significhi eliminare una “spesa familiare”, quindi in alcune aree il matrimonio precoce è incoraggiato piuttosto che l’istruzione. In questi casi è il marito che ha la decisione sull’educazione della moglie e riceve quasi sempre una risposta negativa.
  • Lo stesso vale per le gravidanze adolescenziali causate dal matrimonio precoce. Le ragazze sono coinvolte in questa situazione sin dalla giovane età, perdendo così l’opportunità di andare a scuola.
  • Altre volte, sono le scuole a non essere sufficientemente preparate con strutture igienico-sanitarie, acqua pulita e servizi igienici privati. Ci sono zone in cui le ragazze con le mestruazioni devono rimanere a casa fino alla fine del ciclo per mancanza di attrezzature.
  • La discriminazione a causa delle convenzioni e delle aspettative culturali e sociali a cui sono soggette. In alcune società questo si perpetua al punto in cui non si ritiene necessario educare le ragazze.
  • La discriminazione a causa delle convenzioni e delle aspettative culturali e sociali a cui sono soggette. In alcune società questo si ripercuote al punto in cui non si ritiene necessario educare le ragazze.

 

Girls education - Moneytrans Blog

 

Ma si sbagliano di grosso. Il costo per non istruire le ragazze è molto alto. Secondo una nuova ricerca pubblicata dalla Banca mondiale, i limiti alle opportunità di studio per le ragazze costano ai paesi tra i 15 ei 30 miliardi di dollari di perdita di produttività. Il basso livello di istruzione delle ragazze in questi paesi è dannoso non solo per loro, ma anche per i loro figli e per la loro economia domestica, nonché per la loro società e il loro paese nel suo insieme.

Tuttavia, i vantaggi delle ragazze istruite per il mondo sono molto positivi e ruotano attorno a diversi aspetti:

  • Aumento dei guadagni e della qualità della vita.
  • Ritardo nel matrimonio precoce e maternità precoce.
  • Di conseguenza rallenta la crescita massiccia della popolazione.
  • Salute, nutrizione e benessere migliorati attraverso una migliore formazione.
  • Maggiore coinvolgimento nel processo decisionale e maggiore considerazione delle opinioni informate.
  • Maggiore indipendenza e inclusione nell’economia.
  • E soprattutto: maggiore libertà.

 

Girls education - Africa - Moneytrans Blog

 

Ci sono molte donne e uomini che si sono uniti affinché questi cambiamenti positivi avvengano. Ma anche sempre più ragazze come il Premio Nobel per la Pace Malala Yousafzai stanno alzando la voce in modo che il resto del mondo possa ascoltarle e unirsi a loro.

 

Malala, la bambina che voleva andare a scuola

La storia di Malala è iniziata in Pakistan. All’età di undici anni, ha iniziato a scrivere sul blog sulla crescente attività militare nel suo villaggio natale e sul timore che la sua scuola potesse essere attaccata. Nel 2012 è stata fucilata per essersi opposta alle restrizioni talebane all’istruzione femminile nel suo paese d’origine, il Pakistan, diventando il simbolo della lotta per promuovere il diritto delle ragazze all’istruzione. Insieme a suo padre, ha fondato il Malala Fund in modo che chiunque volesse, potesse contribuire a questa causa. È stata lei, la più giovane vincitrice del Premio Nobel per la Pace al mondo, a usare il suo discorso per lanciare questo messaggio:

 

Girls education - Malala Yousafzai - Moneytrans Blog

Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo. – Malala Yousafzai

 


Essere parte del cambiamento non è questione di essere un uomo o una donna, ma di essere consapevoli che ragazze e ragazzi meritano un’istruzione uguale, diversificata e di qualità. Tutti possiamo diffondere messaggi di pace, promuovere l’integrazione, l’educazione e la solidarietà. Essere parte del cambiamento è nelle tue mani!

In Moneytrans vogliamo contribuire diffondendo alcune iniziative che promuovono l’istruzione, l’emancipazione femminile e l’integrazione globale, e siamo aperti alla collaborazione. Non siamo solo una società di trasferimento di denaro, siamo molte di più. Scopri tutte le azioni che intraprendiamo e UNISCITI ALLE NOSTRE SFIDE!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli correlati

Posts not found